Bimbo arriva in Ferrari per la prima comunione: il parroco s’infuria

Commenti Memorabili

Bimbo arriva in Ferrari per la prima comunione: il parroco s’infuria

| 02/05/2019
Bimbo arriva in Ferrari per la prima comunione: il parroco s’infuria

Il ragazzino ha 9 anni ed è stato accompagnato in Ferrari prima della messa: la comunità non ha affatto gradito questa scelta

Secondo Gianni Agnelli tutti gli italiani e il 50% dei non italiani tifano Ferrari. Non si può dire lo stesso del modello che è stato visto sfrecciare per le vie di Bari in occasione di una prima comunione. L’episodio sta facendo discutere parecchio e non potrebbe essere altrimenti visto che la rossa e fiammante vettura è stata usata per accompagnare un bambino in un momento così sacro.

Doveva essere una domenica come tante, impreziosita dal sacramento presso la Chiesa del Redentore che si trova nel quartiere più complicato della città pugliese, Libertà. La Ferrari è arrivata all’improvviso davanti al sagrato e ne è uscito un ragazzino con tanto di saio bianco e croce di legno al collo per la celebrazione religiosa. Il parroco è rimasto subito a bocca aperta.

Il sacerdote, Don Angelo, ha subito spiegato di non gradire affatto queste cose, vere e proprie pacchianate che non fanno certo onore a una comunione. Sicuramente il prelato si aspettava di parlare di altre cose e non tutto questo clamore mediatico che sarà difficile ridimensionare. Ma perché proprio un veicolo così costoso e vistoso per una giornata simile?

Ferrari alla prima comunione

Fonte: Repubblica

La spiegazione è semplice. Si sta parlando di un quartiere difficile e non nuovo alla cronaca, un’auto così appariscente sembrava proprio fuori dal contesto. Lo stesso Don Angelo aveva invitato i fedeli a non spettacolarizzare in maniera eccessiva i sacramenti, ma non è stato ascoltato. Ecco cosa è successo di preciso e quali provvedimenti sono stati presi. La vicenda è a dir poco incredibile.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend