Robert Johnson: l’uomo che ha venduto l’anima al diavolo per imparare a suonare

Commenti Memorabili

Robert Johnson: l’uomo che ha venduto l’anima al diavolo per imparare a suonare

| 15/04/2019
Robert Johnson: l’uomo che ha venduto l’anima al diavolo per imparare a suonare

Robert Johnson, leggenda della musica, ha venduto l’anima al diavolo per imparare a suonare alla perfezione. Una storia molto conosciuta che parla di musica, di Satana e di chi è disposto a tutto pur di ottenere qualcosa.

Satana, principale antagonista del bene, colui che si manifesta sulla terra per portare il male, è uno dei protagonisti di tantissime storie. Chi sente pronunciare il suo nome prova paura, orrore e disprezzo…un po’ come Voldemort, che deve essere chiamato “colui che non deve essere nominato”. Il diavolo fa paura ma in tantissime storie si racconta di persone che hanno deciso di vendergli l’anima per ottenere qualcosa in cambio.

La storia che vi stiamo per raccontare ha come protagonista Robert Johnson, leggenda della musica, che pare abbia venduto la sua anima al diavolo per riuscire ad imparare a suonare così bene. Esistono uomini che per ottenere ciò che vogliono sono disposti a tutto, ma veramente a tutto, come mettere la propria anima direttamente nelle mani di Satana.

La storia di Johnson inizia nei primi anni del ‘900 in Mississippi, parte del mondo in cui (a quei tempi) si parlava di schiavitù e di razzismo quotidianamente, tanto da diventare parte integrante della cultura del luogo. A quei tempi, in quei posti, era molto difficile nascere di colore perché l’ostilità era davvero forte e all’ordine del giorno.

Nel 1911 è nato Robert Johnson, ad Hazlehurst in Mississippi, un afroamericano frutto di una relazione poco importante e seria di sua madre. Inizialmente, infatti, il protagonista della storia si chiamava Robert Spencer perché non conosceva suo padre. Quando ha scoperto che era un bracciante di nome Noah Johnson ha deciso di prendere il suo cognome.

Copyright © 2018 - Commenti Memorabili srl
P. IVA 11414940012

digitrend developed by Digitrend